Popolazione generale: quali test sono previsti

Cosa stabilisce il decreto:

Per la coorte di nascita dal 1969 al 1989 lo screening avverrà
«attraverso il test sierologico, con la ricerca di anticorpi anti HCV (HCV-Ab) ed il reflex testing (se il test per HCV-Ab risulta positivo, il laboratorio eseguirà immediatamente, sullo stesso campione, la ricerca dell’HCV-RNA o dell'antigene HCV – HCV-Ag); oppure: attraverso un test capillare rapido e conferma successiva del HCV-RNA nel caso di risultato positivo;»


Reflex testing: test di laboratorio ottenuto automaticamente quando i risultati di un test di screening indicano la necessità di un ulteriore esame di conferma. Es. il riscontro di positività ad anticorpi anti HCV genera la determinazione automatica dell’HCV-RNA o dell’HCV-Ag sullo stesso prelievo, in un singolo passaggio.

Le Regioni che hanno deliberato si sono allineate a quanto previsto dal decreto prevedendo esecuzione di test sierologico e reflex testing oppure test capillare rapido e conferma successiva del HCV-RNA.

La Regione Veneto, diversamente da quanto indicato nel decreto ministeriale, raccomanda che il Test HCV-RNA venga effettuato su un nuovo campione ematico in considerazione del rischio di contaminazione del campione impiegato per la sierologia HCV. Potrà essere effettuato sullo stesso campione, solo qualora i laboratori aziendali possano attuare idonee misure.

La Regione Basilicata, che aveva già avviato un suo programma di screening regionale per tutta la popolazione nata dal ’40 al ‘89, sceglie di fornire i test rapidi ai MMG impegnando i direttori dell’Azienda Sanitaria Locale di Potenza (capofila) e dell’Azienda Sanitaria Locale di Matera alla consegna di questi test.

Popolazione speciale: quali test sono previsti

Cosa stabilisce il decreto:

«per i soggetti in carico ai SerD e la popolazione detenuta lo screening avverrà preferenzialmente attraverso test rapido, eseguibile su sangue intero con prelievo capillare, o con l’HCV-Ab (POCT - Point of Care Test) o direttamente con l’HCV- RNA test rapido (POCT - Point of Care Test). La scelta della tipologia di esame avverrà sulla base della valutazione del contesto epidemiologico locale».


POCT - Point of Care Test - modalità che prevede l’effettuazione di un test nel luogo di assistenza e cura del paziente con l’obiettivo di compiere on site (cioè direttamente dove il paziente è preso in carico) il processo di screening, diagnosi e trattamento.

Le Regioni che hanno deliberato si sono allineate a quanto indicato dal decreto prevedendo esecuzione di test sierologico e reflex testing oppure test capillare rapido e conferma successiva del HCV-RNA.

Veneto ed Emilia Romagna scelgono invece di proporre il test sierologico come primo livello, specificando però la possibilità di ricorrere a test rapidi in caso di «popolazione difficile da raggiungere», o in «determinati contesti specifici (es. Unità di strada di riduzione del danno o Drop-in)». L’Emilia Romagna propone un rapido sia con prelievo capillare che salivare. Il Veneto prevede solo un rapido capillare o direttamente HCV-RNA test rapido POCT.

Bibliografia:

Decreto attuativo - Decreto 14 maggio 2021 - Esecuzione dello screening nazionale per l'eliminazione del virus dell'HCV (GU Serie Generale n.162 del 08-07-2021).  Link qui.

Deliberazione Giunta Regione Valle d’Aosta n. 1236 del 4 ottobre 2021 pubblicata su BUR n.52 del 26.10.2021. Link qui.

Deliberazione della Giunta Regione Piemonte n. 13-4164 del 26 novembre 2021 pubblicata su BUR n.49 del 09/12/2021 Link qui.

Albo Pretorio A.Li.Sa. Liguria – Deliberazione n. 338 del 16.09.2021 - Link qui.

Deliberazione Giunta Regione Lombardia n. XI/5830 del 29/12/2021 «Determinazioni in merito al programma regionale di screening per l'eliminazione del virus HCV».  Link qui.

Regione Veneto – Documento Tecnico per la definizione di indirizzi regionali tecnico- organizzativi per avvio e monitoraggio della campagna di screening HCV a cura del Gruppo Tecnico di lavoro di cui al decreto del DG Area Sanità e Sociale n.84 del 25.08.2021 - prot. 577698 del 10.12.2021.

Delibera della Giunta Regione Emilia-Romagna n. 1774 del 02/11/2021. Link qui.

Deliberazione della Giunta Regione Umbria n. 1370 seduta del 31/12/2021. Link qui

Decreto n.52 del 29.05.2021 Regione Molise, recepimento Intesa. Link qui.

Deliberazione n. 202100180 del 12.03.2021 Regione Basilicata. Link qui.

Deliberazione Giunta Regione Abruzzo n. 121 del 07/03/2022. Link qui

IT-VHCV-220029