Sono sempre di più le evidenze e le conferme che il virus C è in grado di dare malattia sistemica che coinvolge diversi organi e apparati; il 74% dei pazienti presenta manifestazioni extraepatiche della malattia HCV, che possono comparire anche molto tempo prima che l’epatopatia sia in fase avanzata.1

Anche la morbilità e la mortalità associate a HCV sono sottostimate poiché non considerano le complicanze non epatiche dell’infezione cronica da HCV2

Manifestazioni extraepatiche immuno-correlate4

 

Crioglobulinemia mista
 Vasculite crioglobulinemica
Linfoma non-Hodgkin a cellule B
Sindrome sicca
Artralgia/mialgia
Produzione di autoanticorpi (es. Crioglobuline, fattore - reumatoide, anticorpi
antinucleo, anticorpi anticardiolipina, anticorpi antitiroidei, anticorpi antimuscolo liscio)
Poliarterite nodosa
Gammopatie monoclonali
Trombocitopenia immune

Patologie renali

L’infezione da HCV è allo stesso tempo causa e complicanza di malattia renale cronica.3 Rispetto ai non infetti, la prevalenza di insufficienza renale è del 40% più elevata nei pazienti con infezione di HCV, indipendentemente dall’età e dalla presenza di diabete e ipertensione, come sono più significativi i tassi di mortalità nei soggetti in dialisi o con trapianto di rene.3

Patologie cardiovascolari e metaboliche

L’aumento del rischio cardiovascolare nei pazienti HCV positivi è sostenuto da diverse evidenze scientifiche che sottolineano il ruolo di HCV nello sviluppo di aterosclerosi carotidea, più evidente nei pazienti con attiva replicazione virale.2

Il rischio di coronaropatia è più elevato nell’infezione cronica da HCV a prescindere dalla presenza di fattori di rischio cardiovascolare, anche se è dimostrata la relazione causale tra epatite cronica C e insulino-resistenza che, spesso coesistendo con obesità e sindrome metabolica, può evolvere verso il diabete di tipo II.4

Patologie neuropsichiatriche

Disturbi neuropsichiatrici possono interessare i pazienti con infezione cronica C in oltre il 50% dei casi. Il danno neuropsichiatrico nei pazienti con HCV può dipendere dalla risposta infiammatoria locale e sistemica, disturbi metabolici e immunomediati, alterazioni della barriera emato-encefalica.5

Età avanzata

Studi condotti in Italia evidenziano che la prevalenza di HCV è del 33.1% negli individui con più di 65 anni di età. In questi pazienti, la progressione dell’epatopatia è accelerata e, probabilmente, anche le manifestazioni extraepatiche del virus C sono più gravi.6

Manifestazioni extraepatiche in pazienti con infezione da HCV4
correlate al processo infiammatorio4


Diabete mellito di tipo 2
Insulinoresistenza
Glomerulonefrite
Insufficienza renale
Affaticamento
Deficit cognitivo
Depressione
Compromissione della qualità di vita
Poliartrite/fibromialgia
Complicanze cardiovascolari (es. Ictus, ischemia cardiaca)

Bibliografia:
1. Tang L, Marcell L, Kottilil S. Systemic manifestations of hepatitis C infection. Infect Agent Cancer. 2016;11:29
2. Cacoub P, Comarmond C, Domont F, et al. Extrahepatic manifestations of  chronic hepatitis C virus infection. Ther Adv Infect Dis. 2016;3(1):3-14
3. Perico N, Cattaneo D, Bikbov B, Remuzzi G. Hepatitis C infection and chronic renal diseases. Clin J Am Soc Nephrol. 2009;4(1):207-20
4. Cacoub P, Gragnani L, Comarmond C, Zignego AL. Extrahepatic manifestations of chronic hepatitis C virus infection. Dig Liver Dis. 2014 Dec 15;46 Suppl 5:S165-73
5. Adinolfi LE, Nevola R, Lus G, et al. Chronic hepatitis C virus infection and neurological and psychiatric disorders: an overview. World J Gastroenterol. 2015;21(8):2269-80
6. Vespasiani-Gentilucci U, Galati G, Gallo P, et al. Hepatitis C treatment in the elderly: new possibilities and controversies towards interferon-free regimes. World J Gastroenterol. 2015;21(24):7412-26

IT-VHCV-200031