ARTRITE REUMATOIDE

L’artrite reumatoide è una patologia infiammatoria cronica immuno-mediata1 che provoca dolore, rigidità, gonfiore e perdita di funzionalità articolare.2 L’artrite reumatoide è la più comune forma di artrite autoimmune.2

Si stima che la malattia colpisca
23,7 milioni di persone nel mondo3

È circa da 2 a 3 volte più comune nelle donne rispetto agli uomini1



Sebbene venga tipicamente diagnosticata tra i 30 e i 50 anni, l’artrite reumatoide può insorgere a qualunque età2

L’artrite reumatoide può provocare erosione e danno articolare, che in genere colpisce fino all’80% delle persone entro il primo anno dalla diagnosi4


L’artrite reumatoide può compromettere diversi aspetti della vita

L’artrite reumatoide colpisce la sinovia (rivestimento delle articolazioni), causando un doloroso gonfiore che può infine degenerare in erosione ossea e deformità articolare.5

Sebbene possa manifestarsi inizialmente in qualsiasi articolazione, l’artrite reumatoide insorge tipicamente nelle piccole articolazioni della mano e del piede.5 Le persone con artrite reumatoide sperimentano episodi intermittenti di intensa attività di malattia chiamati flare.5

Principali segni e sintomi:2,5

Articolazioni doloranti, infiammate e gonfie

Rigidità articolare mattutina

Stanchezza

Febbre

Perdita di appetito

Piccole nodosità chiamate noduli reumatoidi che compaiono sotto la cute di gomiti e mani

Oltre alle articolazioni, circa il 40% delle persone con artrite reumatoide sperimenta anche segni e sintomi che non coinvolgono le articolazioni, come quelli a carico di:5

Pelle

Cuore

Tessuto nervoso


Occhi

Reni

Midollo osseo



Polmoni

Ghiandole salivari

Vasi sanguigni

Comorbidità associate

Le persone con artrite reumatoide potrebbero avere una più alta incidenza di comorbidità come malattie cardiovascolari, osteoporosi, alcuni tipi di cancro e depressione6,7


Impatto della malattia

  • Tra il 40% e l’80% dei pazienti soffre di affaticamento che potrebbe provocare depressione8
  • L’artrite reumatoide ha un impatto significativo sulla qualità di vita dei pazienti che mostrano livelli notevolmente ridotti di funzionalità fisica, sociale ed emotiva9
  • La rigidità mattutina grave nelle prime fasi della patologia può avere un elevato impatto sullo svolgimento della normale vita lavorativa10

 

Ci sono numerosi test per valutare l’impatto dell’artrite reumatoide nei pazienti

Raggiungere e mantenere la remissione

La remissione clinica deve essere l’obiettivo prioritario nel trattamento dell’artrite reumatoide,*16-19 definita come l’assenza di segni e sintomi e dell’attività infiammatoria della malattia.**16 Infatti, i pazienti in remissione sembrano avere migliore qualità di vita, maggiore funzionalità fisica e superiore capacità lavorativa rispetto ai pazienti con bassa attività di malattia.20

*Secondo le linee guida ACR (American College of Rheumatology), EULAR (European League Against Rheumatism), APLAR (Asia Pacific League of Associations for Rheumatology) e SIR (Società Italiana di Reumatologia).16-19

**Conta delle articolazioni dolenti ≤1, conta delle articolazioni gonfie ≤1, livelli di proteina C-reattiva (mg/dl) ≤1 e valutazione globale da parte del paziente ≤1.16


Sebbene il numero di pazienti che raggiungono la remissione stia aumentando,21 1 su 3 alterna ricadute e remissione, nonostante la terapia22

Nei pazienti che non vengono trattati entro due anni dai primi sintomi, gli studi hanno dimostrato tassi di remissione tra il 10% e il 33% 23

La remissione viene spesso definita sostenuta quando ha una durata pari o superiore a 6 mesi 21


Se l’artrite reumatoide viene trattata precocemente, i tassi di remissione possono superare il 60% 23



I reumatologi possono eseguire alcuni test per determinare il livello di attività della malattia e stabilire se un paziente è in remissione:24

ESAMI DI LABORATORIO

Velocità di eritrosedimentazione (VES) – Misura la viscosità del plasma valutando la tendenza dei globuli rossi ad aggregarsi e a depositare, stabilendo in tal modo il grado di infiammazione.24,25

Proteina C-reattiva (PCR) – Rileva la presenza di infiammazione nell’organismo.24,25


ESAME CLINICO

Conta delle articolazioni interessate.24


QUESTIONARI PER I PAZIENTI

Scala analogico-visiva (VAS, Visual Analog Scale) del dolore – Determina l’intensità del dolore in base a una scala di autovalutazione.14,24

Altri questionari pongono domande sulle difficoltà incontrate nello svolgere le normali attività quotidiane, come lavarsi e vestirsi.24


Inoltre, esistono degli Indici Compositi di attività di malattia che permettono di identificare i pazienti in remissione:16,18

  • Disease Activity Score 28 joints (DAS28)
  • Clinical Disease Activity Index (CDAI)
  • Simplified Disease Activity Index (SDAI)

Bibliografia


1. Smolen JS, et al. Nat Rev Dis Primers 2018; 4:18001; 2. American College of Rheumatology. Rheumatoid Arthritis. Disponibile al sito: https://www.rheumatology.org/I-Am-A/Patient-Caregiver/Diseases-Conditions/Rheumatoid-Arthritis. Data ultimo accesso: 20/01/2020; 3. World Health Organization. The Global Burden of Disease, 2004 Update. Disponibile al sito: https://www.who.int/healthinfo/global_burden_disease/GBD_report_2004update_full.pdf?ua=1. Data ultimo accesso: 20/01/2020; 4. Gibofsky A. Am J Manag Care 2012; 18:S295-S302; 5. Mayo Clinic. Rheumatoid Arthritis: Symptoms and causes. Disponibile al sito: http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/rheumatoid-arthritis/symptoms-causes/dxc-20197390. Data ultimo accesso: 20/01/2020; 6. Dougados M, et al. Ann Rheum Dis 2014; 73:62-68; 7. Michaud K, Wolfe F. Best Pract Res Clin Gastroenterol 2007; 21(5):885-906; 8. van Steenbergen HW, et al. RMD Open 2015; 1:e000041; 9. Matcham F, et al. Semin Arthritis Rheum 2014; 44:123-130; 10. Westhoff G, et al. Rheumatology 2008; 47:980-984; 11. Revicki DA, et al. Health Qual Life Outcomes 2011; 9:36; 12. Haefeli M, Elfering A. Eur Spine J 2006; 15:S17-S24; 13. Bacci ED, et al. Health Qual Life Outcomes 2017; 15:239; 14. Bruce B, Fries JF. Health Qual Life Outcomes 2003; 1:20; 15. Anderson JK, et al. Arthritis Care Res (Hoboken) 2011; 63(Suppl. 11):S14-36; 16. Parisi S, et al. Reumatismo 2019; 71(S1):22-49; 17. Smolen JS, et al. Ann Rheum Dis 2017; 76:960-977; 18. Singh JA, et al. Arthritis Rheumatol 2016; 68(1):1-26; 19. Lau CS, et al. Int J Rheum Dis 2015; 18:685-713; 20. Radner H, et al. Arthritis Res Ther 2014; 16:R56; 21. Ajeganova S, Huizinga T. Ther Adv Musculoskel Dis 2017; 9(10):249-262; 22. Arthritis Foundation. Why Your RA Went Into Remission, but Relapsed. Disponibile al sito: https://www.arthritis.org/health-wellness/treatment/treatment-plan/disease-management/ra-went-intoremission-but-relapsed. Data ultimo accesso: 20/01/2020; 23. Arthritis Foundation. Remission! Now What? Disponibile al sito: https://www.arthritis.org/health-wellness/treatment/treatment-plan/disease-management/your-ra-is-in-remission!-now-what. Data ultimo accesso: 20/01/2020; 24. Arthritis Foundation. Tracking Disease Activity in Inflammatory Arthritis. Disponibile al sito: https://www.arthritis.org/health-wellness/treatment/treatment-plan/disease-management/tracking-disease-activity-in-inflammatory-arthriti. Data ultimo accesso: 20/01/2020; 25. Harrison M. Aust Presc 2015; 38:93-94.

IT-IMMR-200010